Benedetto XVI è tornato in Germania

Redazione

Il Papa emerito è atterrato a Monaco nella tarda mattinata. Da lì ha raggiunto Ratisbona per stare accanto al fratello Georg, gravemente malato

Roma. E’ atterrato nella tarda mattinata di oggi a Monaco e da lì ha raggiunto il Seminario diocesano di Regensburg che lo ospiterà “per il tempo necessario”. Benedetto XVI, per la prima volta dalla rinuncia del febbraio 2013, ha varcato i confini italiani per recarsi in Germania, al capezzale del fratello Georg (96 anni), gravemente malato. Assieme al Papa emerito, sul volo decollato da Ciampino, c’erano mons. Georg Gänswein, il medico personale, un infermiere, una delle memores Domini che lo assistono e il vicecomandante della Gendarmeria vaticana.

 

“Potrebbe essere l’ultima volta che i due fratelli, Georg e Joseph Ratzinger, si vedranno in questo mondo”, ha sottolineato una note della diocesi di Regensburg il cui vescovo, mons. Rudolf Voderholzer, ha accompagnato Benedetto XVI presso il suo alloggio. La richiesta della diocesi è di rispettare la privacy, aggiungendo – se mai fosse necessario – che non sono previsti momenti e incontri pubblici con il Papa emerito: “Chi vuole esprimere vicinanza è invitato a pregare per i due fratelli”.

 

Legatissimi, Georg e Joseph hanno continuato a frequentarsi anche dopo la rinuncia di Benedetto al pontificato. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, il fratello maggiore non ha potuto recarsi al Monastero Mater Ecclesiae, nei Giardini vaticani. Fu lo stesso Joseph, quando Castel Gandolfo offrì la cittadinanza onoraria a Georg nel 2008, a dire che “fin dalla nascita, mio fratello è stato per me non solo un compagno, ma anche una guida affidabile. Ha sempre rappresentato un punto di orientamento e di riferimento con la chiarezza e la determinazione delle sue decisioni”.