cerca

Il FT di carta sarà un sottoprodotto del web

Un altro passo del Financial Times – che già da tempo ha 100.000 abbonati digitali in più rispetto a quelli cartacei – verso il "digital first" annunciato dal direttore Lionel Barber come obiettivo del suo lavoro: entro la primavera del 2014 verrà stampata un'unica edizione di carta per tutto il mondo, più leggera e redatta da meno giornalisti di adesso, con approfondimenti, dati e grafici.

La maggior parte delle forze sarà quindi impiegata sull'online, tanto che lo stesso Barber ha scritto ai suoi dipendenti in una lettera che "our print product will derive from the web offering — not vice versa", la copia di carta sarà una sorta di sottoprodotto del web.

9 Ottobre 2013 alle 19:09

Un altro passo del Financial Times – che già da tempo ha 100.000 abbonati digitali in più rispetto a quelli cartacei – verso il "digital first" annunciato dal direttore Lionel Barber come obiettivo del suo lavoro: entro la primavera del 2014 verrà stampata un'unica edizione di carta per tutto il mondo, più leggera e redatta da meno giornalisti di adesso, con approfondimenti, dati e grafici.

La maggior parte delle forze sarà quindi impiegata sull'online, tanto che lo stesso Barber ha scritto ai suoi dipendenti in una lettera che "our print product will derive from the web offering — not vice versa", la copia di carta sarà una sorta di sottoprodotto del web.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi