cerca

Il giorno più triste della vita di Monti

Intervistato su Sette, il premier Mario Monti risponde così alla domanda su quale sia stato il giorno più infelice della sua vita.

28 Luglio 2012 alle 18:07

Intervistato su Sette, il premier Mario Monti risponde così alla domanda su quale sia stato il giorno più infelice della sua vita:

"Due giorni della mia prima infanzia: la prima volta che nel 1952 ho visto la morte, quella di mio nonno Abramo […]. E pochi anni prima, quel 4 maggio 1949 in cui l'aereo che trasportava la famosa squadra del Torino si schiantò a Superga, Avevo sei anni, ero molto appassionato di calcio, anche se tifavo Milan e non Torino. L'avevo vista giocare, quella squadra; e mi commosse molto quell'evento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi