cerca

Anche l'Economist cambia idea sul clima?

Aria di smobilitazione, tra i catastrofisti climatici.

Segui Piero Vietti su Twitter

25 Novembre 2011 alle 18:56

Aria di smobilitazione, tra i catastrofisti climatici. Nei giorni in cui il Climategate 2.0 non fa che confermare quello che qua si è sempre detto, cioè che gli scienziati non sono certi che le cause dei cambiamenti climatici siano antropiche ma che per qualche motivo oscuro l'unica voce che usciva all'esterno era quella allarmista, si vedono i primi segnali di cedimento là dove un tempo la vulgata di Al Gore raccoglieva discepoli fedeli.

Sull'Economist di questa settimana è apparso questo articolo che spiega che forse il clima non è poi così sensibile alla CO2 come avevamo sempre creduto. Il titolo è indice del cambio di rotta: "Finalmente una buona notizia?". Fino a poco tempo fa, e qui sta la vera novità, probabilmente non ne avrebbero nemmeno dato conto (troppo fuori linea rispetto al pensiero dominante), oppure lo avrebbero rubricato come una turpe offensiva degli sporchi negazionisti. Noi, da sempre convinti che il tema sia stato trattato per troppo tempo in modo non scientifico ma politico e culturale, aspettiamo pazienti che lo spettacolo continui. Perché continuerà, vedrete.

Segui Piero Vietti su Twitter

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi