cerca

Primarie subito per il Pdl

Ne vedremo delle belle.

Segui Piero Vietti su Twitter

31 Maggio 2011 alle 10:48

Pur nella diversità di toni, le analisi dei giornali di oggi – da destra a sinistra – concordano su un fatto: è un disastro, il berlusconismo è morto (o comunque non se la passa bene) e il Cav. è alle strette; chi gli chiede di andarsene subito, chi di cambiare qualcosa il più in fretta possibile, nessuno comuqnue pensa che si possa andare avanti con qualche aggiustamento di facciata (cambio dei coordinatori e un congresso) fino alla fine della legislatura. E' vero che la Lega è altrettanto malconcia, anche se in pochi sembrano accorgersene, per cui difficilmente darà problemi al governo, almeno non nei prossimi mesi.

Urge dunque una nuova leadership, e non può essere scelta se non con le primarie (una delle poche cose buone fatte dal centrosinistra negli ultimi anni). Come più volte registrato da Cerasa, là dove il Pd ha fatto primarie vere, è stato premiato. Ci ha messo qualche anno, ma dopo un po' di finte (il plebiscito per Prodi di qualche anno fa) la macchina si è messa in moto, e la gente ha capito di avere un potere di decidere i propri candidati come mai prima d'oggi. Il centrodestra imiti il centrosinistra, faccia le primarie facendo scendere in campo i migliori.

Le vittorie di Milano e di Napoli sono vittorie di un centrosinistra che non può governare questo paese, sono vittorie fuori dal Partito democratico (Pisapia è vendoliano, De Magistris sta con Di Pietro), sono vittorie frutto di una reazione ai toni sbracati e sbagliati di un centrodestra che si è suicidato da solo. Sono vittorie figlie di un errore di giudizio madornale, quello che ci fa credere che la politica possa salvarci tutti, che una volta sconfitto il cattivo Cavaliere tornerà un mondo di pace, giustizia e aria pulita (così come prima si pensava che con Berlusconi tutto sarebbe stato più giusto, più bello e più vero). La gente sa quali sono i suoi bisogni, sa che il problema è il lavoro che manca, il futuro incerto, l'impossibilità di mantenere una famiglia, ad esempio. Si facciano dunque scegliere agli elettori i loro leader, adesso. Sono sicuro che vedremo delle belle sorprese.

Che ne pensate? Chi vorreste candidato a eventuali primarie del centrodestra?

Segui Piero Vietti su Twitter

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi