cerca

Sky risponde agli indignati per Current e Al Gore

Pochi ascolti e troppe pretese.

Segui Piero Vietti su Twitter

20 Maggio 2011 alle 18:30

Di nuovo a proposito dell'assurda storia di censure e veti che, secondo Al Gore, il nuovo asse del male Murdoch-Berlusconi starebbe perpetrando ai suoi danni, chiudendo inspiegabilmente Current Tv: oggi l'amministratore delegato di Sky Italia ha risposto a tutti quelli che ieri avevano scritto alla tv satellitare protestando, moto indignati, contro l'ennesimo esempio di uccisione della libertà di espressione in Italia. Oltre a mostrare che da parte di Sky c'è l'intenzione di continuare a lavorare insieme (qui potete scaricare il pdf del contratto proposto a Current il 13 maggio), l'ad Tom Mockridge dà ancora qualche numero molto interessante:

Al Gore ha diffuso dati assolutamente inesatti sull’audience del canale, sostenendo che un abbonato di Sky su due guarda Current una volta la settimana. La realtà, purtroppo, è assai diversa: i dati Auditel dicono che solo un abbonato di Sky su 25 ha guardato Current almeno per 10 minuti in una settimana nel corso del 2011. Lo share del canale è dello 0,03% su media giornaliera e dello 0,02% in prima serata con una media giornaliera di 2.959 telespettatori, come rilevato da Auditel nel 2011. Si tratta di dati in calo del 20% sulla media giornaliera e addirittura del 40% in prima serata, se comparati al 2010. Se il canale avesse raggiunto l’obiettivo di 4500 telespettatori medi giornalieri, concordato nel contratto, la partnership sarebbe stata rinnovata automaticamente per ulteriori due anni.

Il rinnovo sarebbe dunque stato automatico se almeno 4500 persone al giorno si fossero sintonizzate sulla "scomoda" tv di Gore. Mockridge continua (e a meno di smentite di Current, ancora non arrivate, sempre realistico credergli):

Non ho mai parlato con Rupert Murdoch di nessuno di questi temi. E Silvio Berlusconi non ha mai promesso a Sky nessuna frequenza digitale terrestre se ci fossimo liberati di Al Gore. Sfortunatamente Al Gore in Italia non è così rilevante. Come dimostra la nostra proposta, abbiamo fatto l’offerta più adeguata per il rinnovo del contratto con il canale. Se Al Gore è così convinto del successo di Current non dovrebbe avere alcun problema a trovare risorse finanziarie, dal momento che una televisione di successo si porta dietro anche maggiori introiti pubblicitari.

E noi che speravamo che il Cav. fosse diventato così potente da comprarsi persino Murdoch.

Segui Piero Vietti su Twitter

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi