cerca

Il Papa, la Libia e gli interventisti

Il Papa mette in chiaro alcune cose.

Segui Piero Vietti su Twitter

24 Marzo 2011 alle 16:55

Dopo quello che ho scritto ieri sulla Santa Sede che di fatto non ha ancora detto un "sì" o un "no" sulla guerra in Libia e una Cei interventista come non mai, noto che anche Sandro Magister oggi denuncia un silenzio del Vaticano che rischia di creare confusione.

Ma, come nota anche Linkiesta oggi, ieri il Papa ha cominciato a mettere in chiaro alcune cose: il lungo discorso su san Lorenzo da Brindisi, "uomo pacifico e pacificatore", si può leggere come un primo segnale alle gerarchie un po' troppo "contente" dei bombardamenti. "Oggi il mondo ha tanto bisogno di pace", ha sottolineato Benedetto XVI. In attesa di vedere se domenica all'Angelus il Papa dirà qualcos'altro (possibile), registriamo che già da oggi Avvenire è molto più cauto sulla bontà della guerra a Tripoli.

Segui Piero Vietti su Twitter

Altri post sull'argomento:

Clan clan

I cattolici e la Libia

Quello che non torna della guerra in Libia

Tutti i dubbi sulla guerra in Libia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi