cerca

Retromarcia clamorosa

Phil Jones, coinvolto dallo scandalo del Climategate, dice che il riscaldamento globale non c'è più.

16 Febbraio 2010 alle 10:12

Phil Jones, ex direttore del centro di ricerche sul clima dell'Università dell'East Anglia è tornato a far parlare di sè. Ma non più per le famose e-mail trafugate dal suo centro che dimostravano i metodi usati dai climatologi per truccare le temperature globali. Questa volta parla proprio di temperature, e in un'intervista alla Bbc spiega: "Dal 1995 non ci sono più tracce di riscaldamento globale". E sui famosi dati che invece confermerebbero il contrario, be', Jones dice di "averli persi" nel disordine della sua scrivania. Ovviamente c'è già chi dice che Jones è stato comprato dalle compagnie petrolifere. E certo: chi combatte contro il riscaldamento globale è un eroe puro e vergine, senza macchia e senza paura, chi lo contesta è uno schifoso venduto al soldo dei petrolieri.

L'intervista completa la trovate qui.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi