cerca

E' arrivato il messia

Al Gore a Copenaghen con il solito bagaglio di ottimismo.

14 Dicembre 2009 alle 19:20

Al Gore è arrivato a Copenaghen e ha cominciato subito a spandere ottimismo e verità scomode (oltre che molto scientifiche) con slide e filmati:

Copenaghen/L'allarme di Gore:calotta polare scomparirà in 5 anni L'ex vicepresidente Usa presenta nuovi dati su alla conferenza New York, 14 dic. (Apcom) - E' stato accolto come una rock star dal pubblico di Copenaghen dove è arrivato oggi per convincere i leader a trovare un accordo sul clima e lanciare l'ennesimo allarme sul riscaldamento globale. Al Gore, paladino degli ecologisti americani, ha messo in guardia i delegati alla conferenza organizzata dalle Nazioni Unite che il cambiamento è già in atto e che la calotta polare artica potrebbe scomparire, nel periodo estivo, già tra 5 o 7 anni. Come da abitudine il premio Nobel ha mostrato i dati di due nuove ricerche con le sue slide, alla presenza dei ministri degli Esteri di Norvegia e Danimarca. Il "profondo nord" è secondo Gore una delle aree più a rischio del pianeta, dove le temperature sono salite al doppio della velocità rispetto alla media. "C'è il 75% di possibilità che entro 5 o 7 anni l'intera calotta polare artica scompaia durante l'estate", ha detto l'ex vicepresidente americano, che nei giorni scorsi è stato in contatto diretto con le basi scientifiche del polo nord per ricevere gli ultimi dati aggiornati. Gore avrebbe dovuto tenere una conferenza nella capitale danese alla fine della settimana ma ha cancellato l'evento perché si sarebbe sovrapposto con le riunioni dei ministri che tra giovedì e venerdì dovranno tirare le fila delle due settimane di riunioni. Per vedere Gore le 3.000 persone del pubblico avevano già pagato oltre 800 euro a testa, prontamente rimborsati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi