cerca

Com'è vecchio Obama

Nella nuova campagna di Greenpeace.

2 Dicembre 2009 alle 20:24

Oggi ha avuto molta eco (poteva andare diversamente?) la nuova provocazione di Greenpeace in vista della Conferenza sul clima di Copenaghen. Cartelloni pubblicitari raffiguranti i leader mondiali invecchiati che, nel 2020, chiedono scusa perché avrebbero potuto combattere i cambiamenti climatici e non l'hanno fatto. Campagna di impatto, che ha la sua forza sul fatto che negli anni entro i quali i paesi del mondo prometteranno di ridurre le emissioni di CO2 magari non saranno più al potere e con le loro non scelte determineranno il futuro. Certo, ma la cosa vale anche al contrario: che cosa costa loro riempirsi adesso la bocca di promesse verdi e prendere decisioni che – soprattutto economicamente – nel 2020 potremmo rimpiangere?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi