cerca

Ammazza che caldo

Perché non misurarle direttamente accanto ai fornelli, a sto punto?

12 Maggio 2009 alle 17:42

Un libro molto interessante cerca di indagare se le temperature medie registrate negli Stati Uniti (quelle il cui aumento fa gridare al global warming) siano effettivamente realistiche. Il lavoro si intitola "Is the U.S. Surface Temperature Record Reliable?", e i suoi autori hanno risposto alla domanda con metodo molto empirico: sono andati a vedere tutte le stazioni per misurare le temperature presenti in America e (con tanto di fotografie allegate) hanno fatto una scoperta decisamente interessante:  la maggior parte delle stazioni sono accanto a radiatori-sfiatatoi dell'aria condizionata, cemento, parcheggi, strade ed edifici che assorbono calore. Qui potete scaricare il libro in pdf (sono una trentina di pagine) e leggerlo, o quantomeno guardare le figure. Il succo? 9 stazioni su 10 riportano temperature più alte perché malamente posizionate e non perché effettivamente le temperature in America stiano aumentando.

Ora, il sistema di rilevamento di temperatue degli Stati Uniti è considerato il migliore al mondo. Fate un po' voi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi