cerca

Che stress di giorno

Perché scompaiono le api? Per lo stress da global warming, ovviamente.

6 Maggio 2009 alle 20:36

E' sempre colpa del global warming.

(Apcom) - Le api pagano, con la vita, le primavere e le estati più lunghe e calde. Ovvero: c'è un collegamento tra riscaldamento globale e moria delle api. Sono queste le principali conclusioni di una ricerca presentata oggi a Milano, a cura di Umberto Solimene, direttore del Centro ricerche in bioclimatologia medica, biotecnologie e medicine naturali dell'Università di Milano, con la collaborazione di Vincenzo Condemi, climatologo dell'Università di Milano. "C'è un chiaro restringimento della stagione invernale - spiega il professor Solimene - che ha innescato, per riflesso, un probabile allungarsi della finestra di attività delle api, ipotizzabile in 20-30 giorni di lavoro in più l'anno". Un elemento che "prefigura uno stress aggiuntivo a carico delle api che comprometterebbe la loro salute. Lo stesso sincronismo tra la fase della fioritura e la ripresa delle attività di volo delle api dopo l'inverno potrebbe aver subito importanti sfasature".

Le api sarebbero quindi "stressate" dal riscaldamento globale. Ma per la serie "il global warming è una scienza esatta"… leggete qua, dove si spiega che è bastato sospendere alcune sostanze usate in agricoltura per vederle tornare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi