cerca

Parlare ancora di Ustica senza tirare in ballo il reato di depistaggio

“Non vorrei che si tornasse a parlare di bomba. Parlare ancora di una bomba, dopo tante perizie e tante sentenze definitive la considero oggi una operazione di depistaggio e il depistaggio è divenuto anche un reato” ha dichiarato Daria Bonfietti

28 Giugno 2018 alle 06:12

Parlare ancora di Ustica senza tirare in ballo il reato di depistaggio

Foto tratta da Wikipedia

Non fa nessun piacere criticare Daria Bonfietti, per di più nei giorni dell’anniversario di Ustica, ma le sue parole, riportate ieri dalle agenzie di stampa meritano una analisi logica e inevitabilmente polemica. “Non vorrei che si tornasse a parlare di bomba. Parlare ancora di una bomba, dopo tante perizie e tante sentenze definitive la considero oggi una operazione di depistaggio e il depistaggio è divenuto anche un reato”.

 

L’analisi logico-politica necessita di una premessa: chi scrive ritiene assai più verosimile l’ipotesi dell’abbattimento in volo rispetto a quella della bomba. Non è questione di merito dunque ma di logica. Per esempio “dopo tante perizie e sentenze definitive” c’è ancora chi scrive che non è detto che Moro sia stato rapito a via Fani. Molti termini possono essere usati per qualificare ipotesi del genere ma nessuno ha parlato di depistaggio, probabilmente perché in presenza di una sentenza definitiva cosa mai si depisterebbe? Ma è proprio il ricorso al codice penale che inquieta di più, anche perché è infondato.

 

Facciamola breve. Il reato di depistaggio è stato sì inserito nel codice, ma non nella formula voluta dal comitato delle vittime della strage alla stazione di Bologna e dal suo presidente che, divenuto parlamentare, pretendeva di processare un cronista che desse spazio a ipotesi alternative a quelle di una inchiesta in corso. Un obbrobrio del genere nel codice non è entrato. La formulazione originaria è stata modificata. Evidentemente ne è rimasto l’alone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    29 Giugno 2018 - 14:02

    Ma come si fa pretendere la verità se il Dc 9 Itavia fosse stato abbattuto per errore in un’azione di guerra non dichiarata alla Libia e quale monito all’Italia per le sue politiche ambigue medio orientali? Come si fa a pretendere la verità sul caso Moro se la sua politica deviava pericolosamente dai dettami dei tempi della guerra fredda anti comunista viscerale? Le ipotesi logiche vanno fatte ma nessuno da qui a cento anni vi metterà sopra il marchio di fabbrica di origine controllata.

    Report

    Rispondi

  • Silvio61

    29 Giugno 2018 - 11:11

    Poiché il codice di procedure penale ammette la revisione delle sentenze passate in giudicato per la scoperta di nuove prove, è sempre ammesso discutere di nuove possibili indagini, senza che ciò possa costituire depistaggio. Altrimenti, introducendo il reato di depistaggio il Parlamento avrebbe tacitamente abrogato l'istituto della revisione, cosa che è senz'altro da escludere.

    Report

    Rispondi

  • Skybolt

    28 Giugno 2018 - 18:06

    La perizia che indicava la pista della bomba era dell'Ing. Bazzocchi, probabilmente il migliore ingegnere aeronautico italiano del dopoguerra. Troppo semplice derubricarla come farlocca. Invece l'ipotesi missile ha il grande vantaggio di supportare meglio la pista "estera", da declinare secondo orientamento (Usa, Francia, Israele, Gran Bretagna, Italia a manforte di altri...). Anche la bomba potrebbe essere una pista "estera", ma meno suggestiva e spettacolare.

    Report

    Rispondi

    • Sauron

      29 Giugno 2018 - 10:10

      Molto istruttiva anche la perizia di A. Frank Taylor (Cranfield University) "Lessons from the Ustica investigations", che dimostrava come la caduta fosse dovuta a una bomba collocata nella toilette di coda dell'aereo, e rifiutata sdegnosamente perchè andava contro il dogma ufficiale. ALtro che ricerca della verità.

      Report

      Rispondi

  • Sauron

    28 Giugno 2018 - 12:12

    Su quali base Lei crede al Sacro Missile?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi