cerca

La testimonianza di Bettini al processo su "mafia capitale"

La testimonianza di Goffredo Bettini al processo “Mafia capitale” è stata analizzata sui giornali per gli aspetti relativi al processo, anche per quello che riguarda la politica. Se però la si ascolta si può essere colpiti da un fascino quasi teatrale nelle risposte dell’esponente del Pd. Il raccont

21 Settembre 2016 alle 06:21

La testimonianza di Bettini al processo su "mafia capitale"

La testimonianza di Goffredo Bettini al processo “Mafia capitale” è stata analizzata sui giornali per gli aspetti relativi al processo, anche per quello che riguarda la politica. Se però la si ascolta si può essere colpiti da un fascino quasi teatrale nelle risposte dell’esponente del Pd. Il racconto della vita di alcuni degli imputati minori come antichissimi militanti del Pci romano, la presenza di Pietro Ingrao e di sua moglie alla fondazione della cooperativa di Salvatore Buzzi, Gianni Borgna che vuole incontrare Pelosi, socio della cooperativa, per sapere la sua versione sulla morte di Pasolini.

 

Tutto questo raccontato da un testimone che premette: “Io sono stato una persona di una certa rilevanza politica in questa città”, usando il verbo al passato anche se, quando gli si chiede della sua attuale collocazione nel partito, risponde: “Non sono renziano. Io ho appoggiato Renzi”. Per poi far notare come il rapporto con le cooperative e le imprese abbia potuto offrire certo un ritorno politico al partito e ai suoi dirigenti, ma non un altrettanto sicuro ritorno elettorale, perché: “Il voto? Eh, il voto… Il voto, dite… Poi alla fine ognuno vota come je pare”. Conclusione amara, splendidamente recitata, della parabola che ha portato la sinistra romana dove sta oggi. Indipendentemente dai processi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi