cerca

Crocetta e l'antimafia

In estrema sintesi: l’ufficio giudiziario palermitano che cura il sequestro e la confisca dei beni mafiosi è sconvolto da un’inchiesta fin troppo tardiva rispetto alle denunce giornalistiche, che avevano il vizio di non provenire da fonti accreditate dall’antimafia ufficiale.

3 Dicembre 2015 alle 06:18

In estrema sintesi: l’ufficio giudiziario palermitano che cura il sequestro e la confisca dei beni mafiosi è sconvolto da un’inchiesta fin troppo tardiva rispetto alle denunce giornalistiche, che avevano il vizio di non provenire da fonti accreditate dall’antimafia ufficiale. I vertici siciliani della Confindustria, simbolo della nuova sensibilità antimafiosa secondo Repubblica, sono inquisiti anch’essi. Il processo dei processi, quello sulla “trattativa”, non viene più seguito, nel suo pestare l’acqua nel mortaio, nemmeno dai giornali che lo avevano fatto nascere. Crocetta, il governatore antimafia per eccellenza che, assediato dai problemi che non ha saputo risolvere e da quelli che ha creato di suo, dice al Fatto, parlando di sé in terza persona “Crocetta non piagnucola” ma si aggrappa a un improbabile ruolo di mediatore in Libia pur di sfilarsi da Palazzo dei Normanni. Ingroia, l’“icona dell’antimafia”, di cui non vi parlo anche oggi per non annoiarvi. Franco La Torre, figlio del terzo parlamentare italiano assassinato dopo Matteotti e Moro, che viene cacciato dall’associazione “Libera” perché ha fatto presente che don Ciotti non si era accorto di quello che facevano la dottoressa Saguto a Palermo e Buzzi e i suoi amici a Roma. Insomma, l’antimafia delle parate e delle carriere è a pezzi. Dilaniata dalle recriminazioni è inchiodata ai suoi errori e alle sue scelte dettate più dall’opportunità che dalla verità. Ma chi quegli errori ha sempre denunciato ha poco da rallegrarsi. Sciascia una volta disse che quando, alla fine, la verità arriva, si è già mutata in menzogna. Saranno altri, e peggiori, a gioire. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi