cerca

Dove c'è la mafia e a mancare è lo stato

Mentre a Roma si consuma con qualche fatica la scia del noto funerale e ci si prepara all’inizio autunnale del processo "mafia capitale" che dovrà appurare se davvero si può chiamare mafia l’aggregato Buzzi-Carminati & C., a Palermo fra una settimana riapre i battenti per la stagione autunno-inverno

3 Settembre 2015 alle 06:19

Mentre a Roma si consuma con qualche fatica la scia del noto funerale e ci si prepara all’inizio autunnale del processo "mafia capitale" che dovrà appurare se davvero si può chiamare mafia l’aggregato Buzzi-Carminati & C., a Palermo fra una settimana riapre i battenti per la stagione autunno-inverno il processo sulla cosiddetta trattativa stato-mafia, un appuntamento che ormai da due anni segna la fine della stagione estiva nella capitale dell’isola, dove la mafia c’è sicuramente e il dubbio se mai può venire sulla presenza dello stato. Di tutto ciò si scriverà, anche qui. Quello che è singolare è invece l’assenza di attenzione da parte della grande stampa per quello che succede a Napoli e dintorni a proposito di criminalità organizzata. Basta leggere Il Mattino per accorgersi che da circa un anno Napoli è in balia di una sorta di camorra ‘under 21’ che terrorizza il centro storico con sparatorie fra clan rivali. Domenica è stato profanato uno dei luoghi più sacri ai napoletani: lo stadio. Un gruppo organizzato di “tifosi”, notoriamente legati a un clan, quello dei Mazzarella, ha praticamente espulso dalle gradinate, facendo sfoggio di coltelli, un altro gruppo di ultrà bianco azzurri, gente di Forcella vicina ai nuovi gruppi che vogliono emanciparsi dai vecchi boss. Sugli spalti è mancata la mediazione dell’ormai celebre Genny ’a carogna, ma non perché fosse detenuto. Domenica era ancora libero. E’ stato arrestato l’altro ieri a S. Antonio Abate mentre, secondo la polizia, partecipava a un summit di camorra, come raccontava nella sua prima pagina Cronache di Napoli, quotidiano basato nell’hinterland fra Caserta e Napoli. Insomma le notizie da quelle parti ci sono e sono gravi. Ma evidentemente tirano di più il funerale gipsy e la trattativa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi