cerca

Mattarella e l'omicidio Rostagno

Nella lettura delle pagine della sentenza della Corte d’assise di Trapani che ha condannato all’ergastolo due mafiosi per l’omicidio di Mauro Rostagno, viene fuori la notizia della partecipazione dell’attuale presidente della Repubblica a una iniziativa culturale del circolo Scontrino di Trapani, paravento di una loggia massonica “deviata”, come scrivono i cronisti.

30 Luglio 2015 alle 06:15

Dunque nella lettura delle duemila e dispari pagine della sentenza della Corte d’assise di Trapani che ha condannato all’ergastolo due mafiosi per l’omicidio di Mauro Rostagno, viene fuori la notizia della partecipazione dell’attuale presidente della Repubblica a una iniziativa culturale del circolo Scontrino di Trapani, paravento di una loggia massonica “deviata”, come scrivono i cronisti, che gode di una pessima fama. Indagini hanno prospettato l’immagine di una sorta di camera di compensazione in cui in cui “il mondo di sopra e quello di sotto” si incontravano per tramare loschi affari, auspice in alcuni casi addirittura Licio Gelli, in trasferta per l’occasione. Il “mondo di sotto” trapanese si chiama “cosa nostra” e dunque quello che scrive la sentenza e il Fatto evidenzia non può non essere interpretato come una scalfitura all’immagine del presidente Mattarella. Se non che va considerato il fatto che la loggia promuoveva le sue iniziative pubbliche come circolo culturale, aspetto che anche l’articolo del Fatto riporta, e ai suoi dibattiti, oltre a Sergio Mattarella e ad altri politici siciliani, hanno partecipato anche alcuni studiosi induisti e buddisti e Dacia Maraini, come scrive la sentenza. Non c’è dubbio che Mauro Rostagno, poco prima di essere ucciso, stesse lavorando a una inchiesta giornalistica sulla loggia. Ecco perché la citazione, abbastanza inutile, nella sentenza finisce per gettare comunque un'ombra sul Quirinale. Ma questo aspetto della politica siciliana era già allora così presente a Sergio Mattarella che, dopo l'elezione in Parlamento nel collegio Trapani-Palermo, chiese e ottenne di essere in futuro candidato in Trentino Alto Adige.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi