cerca

Contro ’o sistema

Mentre scrivo non si conosce ancora la decisione del tribunale di Napoli sulla sospensione del sindaco De Magistris in base alla legge Severino. Al più tardi arriverà nella giornata di oggi. Nel frattempo il sempre meno popolare Giggino ’a manetta ha nominato il suo vice, un veterano della sua giunt

23 Giugno 2015 alle 06:18

Mentre scrivo non si conosce ancora la decisione del tribunale di Napoli sulla sospensione del sindaco De Magistris in base alla legge Severino. Al più tardi arriverà nella giornata di oggi. Nel frattempo il sempre meno popolare Giggino ’a manetta ha nominato il suo vice, un veterano della sua giunta, presentato dal sindaco masaniello come “uno contro ’o sistema”. La situazione è identica a quella di De Luca dal punto di vista legale. Sempre di abuso di ufficio si tratta, ma solo oggi ci si rende conto che la Campania rischia un duplice commissariamento alla regione e a Napoli, dove la situazione da quando il masaniello si è insediato a palazzo san Giacomo non è certo migliorata. E non sto ad affliggervi con le notizie di cronaca che hanno aperto la settimana, stavolta dal rione Barra e non da Forcella. Eppure in campagna elettorale il parallelo De Luca-De Magistris veniva fatto, su questioni di tecnica procedurale, solo da pochi giuristi. Nei titoli “il condannato” era De Luca e “il vuoto di potere” era paventato solo alla regione. Si vede che ’o sistema è timido.    

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi