cerca

Legge elettorale per il bipartitismo

In tutto questo bailamme sulla nuova legge elettorale, che non mi azzardo nemmeno a riassumere.

25 Aprile 2015 alle 06:18

In tutto questo bailamme sulla nuova legge elettorale, che non mi azzardo nemmeno a riassumere, è passato pressoché inosservato un virgolettato di Renzi di qualche giorno fa in cui rivendicava la volontà di procedere al superamento del bipolarismo per approdare a un sistema bipartitico. Non erano passate 48 ore e il Cavaliere, alle prese con la situazione interna del suo partito, semplicemente indescrivibile, prometteva una rifondazione con il partito repubblicano americano come modello. Non perdiamoci nell’analisi dei sistemi fondati di fatto sul bipartitismo e non affrontiamo la complicata questione detta “dei pesi e contrappesi”. Fermiamoci a quel che è sicuro, ovvero che per arrivarci la strada più lineare è quella di un sistema uninominale puro. Non è detto che ci si riesca ma è sicuramente la via meno contorta. Eppure, o forse proprio per questo, è stata finora l’unica opzione categoricamente esclusa da entrambi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi