cerca

Suicidi in carcere e pagine di Facebook esultanti

Su Twitter una attenta lettrice con acuta sensibilità sociale mi segnala l’ennesimo suicidio in un carcere italiano. Argomento sgradevole come pochi, di quelli che non si contestano, perché sono incontestabili, ma si fuggono perché inquietano.

19 Febbraio 2015 alle 06:14

Su Twitter una attenta lettrice con acuta sensibilità sociale mi segnala l’ennesimo suicidio in un carcere italiano. Argomento sgradevole come pochi, di quelli che non si contestano, perché sono incontestabili, ma si fuggono perché inquietano. Esempio per eccellenza: la Shoah. In questo caso la storia ha due protagonisti, un ergastolano suicida e una pagina di Facebook. Già sull’ergastolano c’è da interrogarsi, volendo. Non era un mafioso né un serial killer. Era un romeno, Ioan Gabriel Barbuta di 39 anni, condannato all’ergastolo per l’omicidio di un vicino di casa. Chi sa che casa fosse e che tipo di vicino. Uno solo comunque. Non come Olindo e Rosa che per avere la stessa pena hanno dovuto fare molto di peggio ai loro vicini. Comunque Ioan Gabriel ha pensato di impiccarsi e quello che conta è che c’è perfettamente riuscito, malgrado la sorveglianza. E siamo al secondo protagonista, la pagina Facebook, gestita da uno dei numerosi (ma quanti sono?) sindacati degli agenti di custodia, l’Alsippe, qualsiasi cosa voglia dire questa sigla. Commenti imbarazzati per quello che potremmo chiamare un increscioso episodio? Ma no. Roba tipo: “Uno di meno” o “Sono solo extracomunitari”. Peraltro i romeni sono membri dell’Ue ma, se hanno faticato a realizzarlo Alemanno e Gasparri, perché prendersela con gli agenti di custodia? “Fornirgli corda e sapone” scrive simpaticamente un altro utente della pagina sindacale. Ma se un senatore del M5s, Giarrusso, ha pubblicamente proposto di impiccare Renzi, perché infierire sul sindacalista? E, infine, se il ministero ha aperto un’inchiesta, ha senso chiedersi a cosa possa servire?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi