cerca

E Grillo cadde sulla depenalizzazione

Sul blog di Grillo ieri è partita una campagna, subito ripresa da creduloni ed esagitati che affollano la rete, a proposito dei provvedimenti di depenalizzazione varati dal governo.

23 Dicembre 2014 alle 06:02

Sul blog di Grillo ieri è partita una campagna, subito ripresa da creduloni ed esagitati che affollano la rete, a proposito dei provvedimenti di depenalizzazione varati dal governo. Grillo propone un elenco di 112 reati dall’incesto al maltrattamento di animali passando per il furto e sostiene che sono stati depenalizzati. Non è solo, anzi arriva dopo una campagna di stampa condotta dal Fatto quotidiano. Su internet la cosa però fa più impressione perché la bufala propinata si abbina ai commenti ovviamente indignati di chi pensa di stare per vivere dentro “blade runner”. Anche qualche altro parlamentare, oltre ai grillini, prende sul serio la cosa e decide di cavalcarla. Si va da Saverio Romano di Forza Italia, che twitta la sua protesta, a Loredana De Petris di Sel, preoccupata per gli animali quanto l’ex ministro Brambilla. Nessuno però si è preoccupato di verificare come in realtà il provvedimento riguardi principalmente le imputazioni più lievi, sanzionabili con multa e ammenda, e la depenalizzazione consista nel rendere il provvedimento, da penale, amministrativo, snellendo la trafila burocratica e rendendo così più rapida e certa la sanzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi