Il registratore di Varoufakis e le serpi di Montecitorio

Lettura più o meno a casaccio dei giornali, e appunti arbitrari d’inizio giornata...

22 Maggio 2015 alle 11:05

Il registratore di Varoufakis e le serpi di Montecitorio

Lettura più o meno a casaccio dei giornali, e appunti arbitrari d’inizio giornata...

 

Corriere, Esteri. “Il registratore nascosto di Varoufakis e l’indignazione dei colleghi”. Altro che il Cav. che fa le corna nella foto d’antan.

 

Corriere, cronache. Zaha Hadid, archistar: “Non sono snob e adoro le serie tv”. Poi aggiunge: “Mi piace fare shopping e mangiare cinese”. (E a chi non?)

 

Repubblica, pagine romane. “Erba alta, rischio zecche” nei giardini sotto casa. Intanto a Piazza Montecitorio “spunta una serpe” tra i piedi dei turisti. (A quando il commento dei complottisti: “L’avranno messo apposta”? ).

 

La Stampa, cronache. “Gli asparagi di Marte son alti alti alti (l’esplorazione dello spazio diventerà business”. “Interstellar” in confronto era cinema di fantascienza vintage.

 

Corriere, cronache romane: “L’altro Marino, l’Apicella della sinistra. Il vicepresidente dell’aula Giulio Cesare scrive odi per i politici”. Nuove frontiere della par condicio.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi