Mr Pink, Papa Francesco e Anna Finocchiaro

Lettura più o meno a casaccio dei giornali, e appunti arbitrari d’inizio giornata…

11 Marzo 2015 alle 12:11

Mr Pink, Papa Francesco e Anna Finocchiaro

Lettura più o meno a casaccio dei giornali, e appunti arbitrari d’inizio giornata…

 

Corriere, pagina 10: “Il mistero della foto dell’ex Cavaliere con il cinese mr Pink”. Non si ha idea di chi possa essere mr Pink, ma l’irruzione meravigliosa dell’assurdo cancella le paginate sul dramma dei “ribelli” in Forza Italia (con, si apprende, “tormenti” della Ravetto e telefonate “notturne” tra “blandizie e richiami”).

 

Corriere della Sera, cronache: “Papa Francesco intervistato dal giornale delle favelas. Le domande dei fedeli raccolte con i bigliettini”. Idea geniale per la prossima conferenza stampa dei Cinque Stelle (democrazia dal basso, e pure anonima).

 

Corriere, cronaca di Roma: “I vigili e le feste scontate al Circolo degli artisti: vigile urbano indagato per abuso d’ufficio”. Troppo bello per essere vero

 

Repubblica. Esteri. Pezzo di Vittorio Zucconi. “Serve una donna al palazzo di vetro dopo Ban ki Moon. Basta uomini”. Angela Merkel e Christine Lagarde, possibili candidate, come la sempre invano “candidata donna” Anna Finocchiaro?

 

Repubblica. Politica interna. Pezzo di Stefano Folli: “Bersani: ‘Ho votato sì per l’ultima volta’”. Mai dire mai

 

Repubblica, pagina 12. Salvini: “Tosi adesso è fuori”. La reazione: “Sei un Caino travestito da Abele”.  In confronto, il tormento della Ravetto è nulla. Specie se Bossi fa da paciere: “Flavio? Un pirla se lascia per unirsi a Passera”.

 

Prima pagina del Fatto quotidiano. “La Rai resta senza i bar interni: erano gestiti da una società legata a mafia capitale”. E noi che ci sentivano poveracci con le cialde alla macchinetta.

 

Sempre Fatto, pagina 3: “Bindi: soffro troppo spero che Matteo cambi”. A questo punto si sogna l’abbraccio, con recupero rottamati (viva il vintage).

 

Il manifesto, prima pagina: “L’industria piange, niente ripresa made in Renzi”. Ma l’antidoto forse c’è: “”Servirebbe proprio un Eisenhower”, scrive Giovanni Dosi. 

 

Messaggero, Cronaca di Roma: “Coldplay al circo Massimo, è polemica”. (Chiamare Beppe Grillo)


La Stampa, Pagine politiche. “Dopo la lunga attesa Silvio si rilancia come leader politico, scongiurato il pessimismo di Ghedini”.  (Meglio dell’imitazione di Crozza, con l’avvocato-politico in maschera da commedia dell’arte).

 

La Stampa, sezione Scienze, articolo dell’inviato a NY Paolo Mastrolilli: “I miliardari che curano la morte. Vivremo fino a cinquecento anni”. (Che palle?). Poi si apprende che il fondatore di Paypal ne pianifica “soltanto” centoventi, e allora chissà.

 

Libero, pagine politiche: “Mastella: De Magistris mi deve 20 mila euro. Lui replica: ‘Non li ho’”. Il Giornale, prima pagina: “L’ultima figuraccia di Ingroia. Indagato dalla sua ex procura”. Qualcuno salvi i sindaci arancioni (da loro stessi).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi