cerca

Eutanasia alla moda

Presentata in Olanda l’“astronave” di design per il soffocamento fai da te

17 Aprile 2018 alle 06:00

Loading the player...

Sarco” è la prima macchina per l’eutanasia costruita con il metodo della stampa 3D, ha il design di un’astronave monoposto, ma non va in nessun luogo fisico. La sua funzione è condurre alla morte per ipossia, carenza d’ossigeno, il suo “passeggero” per un giorno, l’ultimo. E’ stata presentata alla fiera degli articoli funerari di Amsterdam. D’altronde non poteva esserci location migliore per presentare la macchina che dà la morte, dal momento che l’Olanda è una nazione che galoppa verso l’aldilà. Qui, per formare una coalizione di governo, non si è discusso di parametri di deficit/pil o di interventismo militare, ma di proporre consultazioni popolari per l’estensione dell’eutanasia ai più anziani, e dove la scelta di morire, prima che natura decida, viene consentita anche ai bambini sotto i dodici anni.

 

“Sarco” è l’ultima invenzione di Philip Nitschke, settantenne attivista pro eutanasia australiano, costruita insieme con l’ingegnere olandese Alexander Bannick, con l’obiettivo di venderla su scala mondiale. Una persona che volesse usare l’elegante sarcofago per un “suicidio glamour” deve fare una richiesta online per dimostrare di essere sano e con piene facoltà mentali. Una volta ricevuto l’oggetto, si riceverà anche un codice valido per le successive 24 ore con cui attivare la macchina. Premendo un bottone la cabina si riempie di azoto e i livelli d’ossigeno s’abbassano, facendo perdere i sensi alla persona che smetterà di respirare dopo una breve ebbrezza; il tutto con la possibilità di scegliere qual è l’ultima cosa che si vuole guardare, attraverso un visore per la realtà virtuale. Oppure si può scegliere di portare “Sarco” in riva al mare e premere il bottone dalla spiaggia. Il “Dottor Morte” – com’è soprannominato l’australiano Nitschke – la considera l’esperienza più “eccitante” possibile: secondo lui il giorno più importante nella vita di una persona è quello della fine volontaria (il matrimonio sarà da rivalutare…). Già da tempo l’Olanda ha trovato il modo per trasformare l’eutanasia in un gesto pop – inteso come popolare. Adesso la si vuole trasformare perfino in una decisione glamour.

(video Askanews)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi