cerca

Mammoni che amano Salvini

Il vicepremier incassa voti parlando all'anima e alla pancia, che come si sa per molti italiani coincidono

27 Maggio 2019 alle 14:22

Gli italiani hanno votato Salvini perché sono dei mammoni

Un cartello elettorale a sostegno di Salvini ad Aversa (foto LaPresse)

Psicoanalisi gastronomica dei risultati delle Europee. A Milano Rogoredo, durante la campagna elettorale, ogni santo giorno sui monitor lungo i binari un testimonial sorridente appariva di fianco allo slogan: “Mangiare italiano e bere italiano fa bene”. Quell’uomo era Matteo Salvini. Lungi dal sostenere che gli sia bastata per prendere un voto su tre, l’esortazione dietetica è tuttavia geniale propaganda: parla all’anima degli italiani, che com’è noto coincide con il ventre, e sottintende due grandi costumi nazionali. Primo, pensare alla salute; secondo, un certo qualunquismo politico per riempirsi la pancia, come da secolare motto “Franza o Spagna, pur che se magna”. Soprattutto però un leader che indica ai connazionali come devono nutrirsi – di là dall’implicare che, se mangio camembert e bevo bordeaux, poi muoio – è ideale per una nazione di adulti irrealizzati. Convincere gli italiani a non mangiare porcherie significa consentire loro di identificare lo stato in ciò da cui proprio non riescono a staccarsi: la mamma. Gli italiani hanno votato Salvini perché desiderano sentirsi protetti, coccolati, rimproverati e sculacciati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Andrew

    27 Maggio 2019 - 17:05

    i grandi media sono gestiti da una generazione di giornalisti ed intellettuali rimasti fermi alle fole della propria giovinezza che perinde ac cadaver continuerà ad usare gli schemi degli anni del secolo scorso. La Chiesa di Bergoglio, infine, pensa che l’unico modo per uscire dalla propria crisi sia quello di politicizzare in chiave neo-peronista la propria presenza nella società occidentale. Il fallimento ed il ritardo dei propri oppositori, non deve illudere Salvini. Il voto europeo è volatile e l’unico modo per renderlo stabile per poi trasferirlo sul voto nazionale è di realizzare le promesse che dovrebbero rilanciare l’economia a rassicurare il Paese. Le condizioni per “il fare” sono particolarmente favorevoli. Lasciarsele sfuggire sarebbe più di un errore: una tragedia!

    Report

    Rispondi

  • tuttosilvo

    27 Maggio 2019 - 15:03

    perché desiderano sentirsi difesi dall'invasione afro-muslim fatta colla benedizione del papa apostata e deìi benpensanti sciocchi e progressisti

    Report

    Rispondi

Servizi