cerca

Il "cenone" di Pasqua e Mosè che vale quanto Babbo Natale

Al Mirtillo Rosso Family Hotel il 24 di ogni mese – non solo dicembre ma anche gennaio febbraio marzo e così via – il programma prevede il tradizionale cenone natalizio.

24 Marzo 2016 alle 17:21

Il "cenone" di Pasqua e Mosè che vale quanto Babbo Natale

Cenone natalizio

Per fortuna sono pigro quindi non vado a Riva Valdobbia, nel vercellese, a controllare se festeggeranno la vigilia di Natale anche di Giovedì Santo. Al Mirtillo Rosso Family Hotel il 24 di ogni mese – non solo dicembre ma anche gennaio febbraio marzo e così via – il programma prevede il tradizionale cenone natalizio, che ciclicamente segna il culmine delle attività di un albergo dove le decorazioni non si smontano mai perché è Natale tutti i giorni. Il sito mostra cuochi col berretto rosso, inservienti vestiti da elfi, distese di abeti onusti di lucine, candele, ghirlande, stelle, palle, neve, renne e camicie a quadrettoni.

 

In cima a un enorme uovo di Pasqua è stato infilato il cappello di Santa Claus. Si parla di magia del Natale, di colori, di luce e di allegria che può finalmente essere vissuta tutto l’anno. Festeggiare Natale a Pasqua e trasformare l’ultima cena in cenone permanente forse è genio, forse è follia, sicuramente è ignorare le parole con cui Mosè istituì la cena pasquale: “Questo mese sarà per voi il mese più importante”. Se invece un mese vale l’altro allora Mosè può valere Santa Claus, tanto hanno la barba entrambi. È il 24, è Giovedì Santo: il Mirtillo Rosso allestirà il cenone di Natale anche stasera? Magari sì, magari no; non voglio sapere. Per avere una risposta mi sarebbe bastato fare un colpo di telefono, ma per fortuna sono timido.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi