cerca

Sergio Soave

Nato ad Alessandria, in Piemonte, nel 1947, studia a Milano, dove svolge attività nelle organizzazioni politiche, sindacali e cooperative della sinistra. Costretto ad abbandonare queste attività dallo scoppio di Tangentopoli, trova asilo politico e professionale nel Foglio, al quale collabora dalla fondazione. Scrive anche come commentatore politico su altre testate, come l’Avvenire. Ora vive nelle Langhe e passa lunghi periodi in Catalogna e, sul confronto tra il nostro sistema politico e quello di Madrid ha scritto un libretto, “Pasticcio italiano in salsa spagnola”, per Boroli editore.

Trovati 159 risultati

Conte non può coprire per sempre i limiti della maggioranza
Quello che non si può dire sul governo Draghi
Il coronavirus, una spada di Damocle sugli ospedali del sud
La memoria selettiva di Graviano
L’intellettuale che sapeva leggere e spiegare anche il fumetto e Fantozzi
Due aree in cui sottrarre consensi alla Lega
Addio a Giampaolo Pansa, che fuggiva da ogni semplificazione
Sono le crepe interne a Pd e M5s che fanno tremare il Conte bis
Equiparare il comunismo al fascismo significa aprire gli occhi sulla storia
Caro Franceschini, no: il fascismo non proliferò grazie alle divisioni degli altri
Estremista senza eredi
Il male Bonafede
Cos’è (e come non funziona) la riforma costituzionale. Breve analisi
Perché è meglio votare, e farlo presto

Multimedia

Servizi