cerca

Mauro Zanon

Nato a una manciata di chilometri da Venezia, nell’estate in cui Matthäus e Brehme sbarcarono nella parte giusta di Milano, abbandona il Nord, per Roma, quando la Lega era ancora celodurista e un ex avvocato del Cav. vinceva le presidenziali francesi. Nel 2009, decide di andare a Parigi, e di restarvi, dopo aver visto “Baci rubati” di Truffaut. Ha vissuto benino nella Francia di Sarkozy, male in quella di Hollande, e vive benissimo in quella di Macron (su cui ha scritto un libro, “Macron. La rivoluzione liberale francese”, Marsilio). Ama il cinema di Dino Risi, le canzoni di Mina, la cucina emiliana, le estati italiane, l’Andalusia e l’Inter di José Mourinho. Per Il Foglio, scrive di Francia e pariginismi. Collabora inoltre con il mensile francese Causeur.

Trovati 635 risultati

I fatti “con eleganza” e gli “stilisti dell’informazione”. Il metodo di Jean Daniel
Com’è fatta la riforma della scuola delle élite francesi che tormenta Macron
Stai a vedere che il macronismo a Parigi ora resuscita. Il dialogo tra Villani e Buzyn
Chi è Juan Branco, la mente dello scandalo di Francia
Dopo lo scandalo pornografico, Macron va a caccia del sostituto di Griveaux
“La città dei quindici minuti”. Il progetto per Parigi della Hidalgo
Che fine ha fatto Alexandre Benalla?
Il segreto dell’armonia tra Macron e il suo premier si scopre di mercoledì
La sinistra politicamente corretta di Schiappa alla prova dello scorrettissimo Zemmour
La Francia, i colleghi e la politica nelle parole del “super flic di Sarkozy”
Pattinaggio e abusi. Lo scandalo francese che rischia di travolgere anche la politica
22mila emendamenti contro la riforma delle pensioni in Francia
In Francia l’affaire Polanski crea scompiglio anche nel governo di Macron
Ve lo ricordate Fillon?

Multimedia

Servizi