Jack O'Malley

Jack O'Malley nasce a Sheffield quando lo United era in seconda divisione. Dopo un'infanzia felice trascorsa nel cottage di famiglia nello Yorkshire, si trasferisce nella capitale per iniziare una lunga carriera in tutti i settori del giornalismo, fino ad approdare – dopo una parentesi di dieci anni in Italia – all'argomento che più ama: la Premier League. Adora il tè delle cinque, le passeggiate col suo setter nella calma di Hyde Park e non disdegna un buon bicchiere di brandy. Pensa che non ci sia nulla di più bello di Londra avvolta dalla nebbia o sotto la pioggia. Uomo dallo spiccato sense of humour, per il Foglio scrive ogni martedì di calcio inglese nella rubrica "That win the best", titolo che non lo entusiasmava finché dalla redazione non gli hanno spiegato che era la citazione di un film italiano. E' su twitter.

Trovati 331 risultati

Com'è triste il weekend senza calcio
Panico in serie A per la pausa. Non tutti possono permettersi una rissa Conte-Mou
La Premier è già finita e la Serie A emoziona come la lotta nel fango
Risse e sorteggi Champions
Classifica in fumo
In mutande e manco vivi
Ve lo meritavate Carlo Tavecchio
Speriamo che almeno faccia bello quest'estate
Meglio il soft porno della serie A
Ancelotti è diventato l’Halloween di Montella
Il motivatore di Bonucci non motiva più
Non è ancora finita
No, le calciatrici non meritano di avere lo stesso stipendio dei calciatori
E' ora che Rooney smetta di giocare

Multimedia

Servizi