Alfonso Berardinelli

Roma 1943. Critico letterario e saggista, si è dimesso dall’insegnamento universitario nel 1995, lavora oggi fra editoria e giornalismo, dirige la Scheiwiller Prosa e Poesia. Fra i suoi libri: “L’esteta e il politico: sulla nuova e piccola borghesia” (1986), “L’eroe che pensa: disavventure dell’impegno” (1997), “Autoritratto italiano” (1998), “Stili dell’estremismo” (2001), “La forma del saggio” (2002), “Che noia la poesia” (2006, con H. M. Enzensberger), “Casi critici: dal postmoderno alla mutazione” (2007), “Poesia non poesia” (2008).

Trovati 135 risultati

Bufale letterarie
Col genio di Montaigne nacque l’occidente moderno
Berardinelli, ma che hai fatto?
Il tramonto della lettura
I presupposti culturali della nostra civiltà
L'irresistibile Whitman
Come prendersi cura del proprio cervello
L'insana passione dell'erudito Sloterdijk per i mistificatori Heidegger e Derrida
Le avanguardie culturali sono quasi tutte stupide. Non cascateci
Regressioni e populismi
La competizione tra filosofi e scrittori sta portando al declino della letteratura
Due quisquilie a proposito di immigrati, stupri e quello che deve fare la sinistra
Poco curata e burocratizzata, la scuola italiana va ripensata al contrario
Micromega è preoccupata per la democrazia, ma è così da sempre

Multimedia

Servizi