Confindustria supera il tic giustizialista

Gli industriali cassano derive manettare sul falso in bilancio. Marcella Panucci, dice quello che tutti sanno benissimo, ma che pochi ammettono: “La riforma deve essere equilibrata e non punitiva, come emerge invece da alcune indiscrezioni”. Era ora.

Confindustria supera il tic giustizialista

Marcella Panucci

Sulla revisione del falso in bilancio la Confindustria spezza il pensiero unico demagogico che imperversa tra politica e media, uscendo anche da una cultura dell’indignazione collettiva alla quale, pure, talvolta non è stata esente. Al Corriere della Sera la direttrice generale di Viale dell’Astronomia, Marcella Panucci, dice quello che tutti sanno benissimo, ma che pochi ammettono: “La riforma deve essere equilibrata e non punitiva, come emerge invece da alcune indiscrezioni”. Le indiscrezioni sono “il ritorno all’ambito penale che ci riporterebbe...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi