Schaeuble: "Draghi è stato frainteso. Nessun allentamento delle politiche Bce"

Redazione

Il ministro dell'Economia tedesco dice che la linea di Francoforte non cambia.

Le parole di Mario Draghi, presidente della Bce, al summit di Jackson Hole di venerdì scorso sono state "fraintese" dai mercati che vi hanno letto segnali di un possibile allentamento delle politiche del rigore in Europa e il varo, già a breve termine, di nuove misure di politica monetaria. Lo ha detto Wolfgang Schaeuble, ministro delle Finanze tedesco, al quotidiano regionale tedesco 'Passauer Neue Presse'. "Conosco molto bene Mario Draghi, credo che le sue parole siano state fraintese", dice Schaeuble, ribadendo comunque il suo rispetto nei confronti dell'indipendenza della Banca centrale europea.

 

Per Schaeuble non ci sono cambiamenti di rotta rispetto al corso del risanamento di bilancio e delle riforme strutturali: "Abbiamo bisogno di riforme strutturali in Germania e in Europa - ha detto Schaeuble - per garantire che le nostre economie restino competitive. Il Ministro tedesco ha anche detto di non essere stato contento delle dichiarazioni dell'ex ministro dell'Economia francese, Arnaud Montebourg, circa l' "ossessione" tedesca sull'austerity, ma questo, ha concluso, è un dibattito interno alla Francia che  ha già portato a conseguenze concrete.