L'MH370 sparito

Anche il terzo giorno di ricerche del jumbo jet MH370 della Malaysia Airlines, scomparso con 239 passeggeri mentre era in volo sul Golfo della Thailandia, è stato inutile. Diverse nazioni stanno partecipando alle ricerche in mare, incluse America e Cina, ma tutti i possibili avvistamenti di detriti si sono rivelati false piste: è stata anche analizzata una scia oleosa e non si trattava di carburante per jet. Ora si stanno analizzando le scatole nere degli aerei che volavano nella stessa area, per incrociare gli avvistamenti dei radar di bordo e ricostruire con più precisione il percorso del jumbo scomparso.

11 Marzo 2014 alle 11:54

L'MH370 sparito

Anche il terzo giorno di ricerche del jumbo jet MH370 della Malaysia Airlines, scomparso con 239 passeggeri mentre era in volo sul Golfo della Thailandia, è stato inutile. Diverse nazioni stanno partecipando alle ricerche in mare, incluse America e Cina, ma tutti i possibili avvistamenti di detriti si sono rivelati false piste: è stata anche analizzata una scia oleosa e non si trattava di carburante per jet. Ora si stanno analizzando le scatole nere degli aerei che volavano nella stessa area, per incrociare gli avvistamenti dei radar di bordo e ricostruire con più precisione il percorso del jumbo scomparso. Non si esclude l’ipotesi terrorismo, perché almeno due persone sono salite a bordo con passaporti rubati. Ieri il Financial Times ha scoperto che i voli sono stati acquistati per conto terzi da un cliente abituale e di vecchia data – “l’iraniano signor Ali” – in un’agenzia turistica di Pattaya.  Nel sud-est asiatico ci sono già stati sporadici attentati terroristici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi