I cavalieri della disfida di Barletta con Salvini

Andrea Marcenaro

Tratterremo a lungo nella memoria il tweet di Pigi sul voto umbro

L’aspetto consolante delle ultimissime vicende politiche riguardanti una regione dell’Italia centrale pare al momento uno solo. Che i cavalieri del voto subito, del confronto a viso aperto con Salvini, della disfida di Barletta, del vis à vis col Maramaldo, che se non sarà oggi sarà domani, voi però placatevi, suvvia, sono infine emersi nella luce abbagliante delle loro geometriche previsioni. Indossata la vestaglia migliore, accoccolati nell’antica poltrona dello studio, stappata la bottiglia di porto invecchiato, facciamoci un bicchierino, facciamocene due, ciascuno di essi ha iniziato dunque a vergare le proprie storiche memorie: “Tirava vento a Busto Arsizio, Churchill e io stavamo trascinandoci al bowling per l’abboccamento settimanale col vecchio Richelieu, quando Abramo Lincoln, che aveva Renzi sul culo già da Gettysburg, lesse quel tweet di Pigi su Perugia…”.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.