cerca

Ma Salvini ride mai?

Più lo osservo, più mi cresce la sensazione che abbia ingaggiato una lotta privata contro il rischio del buonumore

25 Gennaio 2019 alle 06:00

Ma Salvini ride mai?

Foto LaPresse

Se la politica non soccorre, l’opposizione ha le occhiaie e la candela è spenta in fondo al tunnel, a qualcosa bisogna pure aggrapparsi. Io per esempio, mi aggrappo a questo: Salvini non ride mai. Sogghigna, questo sì, fa del sarcasmo, accompagna l’insulto sollevando di frequente gli angoli della bocca, ma ridere, dico ridere per davvero, io non l’ho visto mai. Sbaglierò, ma più lo osservo, più mi cresce la sensazione che abbia ingaggiato una lotta privata contro il rischio del buonumore. Come se l’ironia, la tentazione di un umorismo senza calcolo, fosse il Soldato d’inverno da cui deve guardarsi. L’ironia si compiace di per sé, mentre Salvini è già gonfio di sé stesso. Speriamo per lui come per tutti, naturalmente, che un giorno o l’altro finisca per ridere di cuore, o addirittura per sorridere, che è più bello ancora. Ma solo dopo aver lasciato lo scranno da statista. Fino ad allora, in mancanza di meglio, non possiamo che aggrapparci alla speranza di un Truce travolto dallo schiacciapatate che ha al posto del cuore. Se poi verrà Zingaretti, allora riderà prima e sarà la fine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • fabriziocelliforli

    25 Gennaio 2019 - 21:09

    Zingaretti? uhm.. Ma Landini? Proprio nel PD non capiscono un benemerito! Sono sicuro che l'Amor Nostro, al vedere l'ultimo discorso di Landini ha esclamato: "Ah, se avessi uno come lui!!"

    Report

    Rispondi

  • maropadila

    25 Gennaio 2019 - 11:11

    "Lo scranno da statista"? Non credo che lei voglia dire che Salvini. è uno statista, vero?

    Report

    Rispondi

Servizi