Adesso non ditemi che è colpa degli ebrei

Andrea Marcenaro

12/01/2019

Adesso non ditemi che è colpa degli ebrei

(Foto Imagoeconomica)

Tsipras, Merkel, Podemos, Di Maio e Jennifer Lopez. Ecco i fatti del giorno (ma gli ebrei c'entrano anche stavolta?)

Ragioniamo come è in uso ragionare. Facciamo come se partecipassimo a un talk-show. Elenchiamo dunque alcuni fatti incontestabili, mettiamoli insieme con calma e tiriamo alla fine le logiche conclusioni. Allora. Promette Di Maio che siamo alla vigilia di un boom economico tipo anni Sessanta. Sono stati assolti i vertici di Autostrade per la strage del bus. Merkel ha incontrato Tsipras per la prima volta dal 2014. La mamma della Taverna deve abbandonare casa. Pablo Iglesias si prende una pausa e lascia la compagna Irene Moreno alla guida di Podemos. Il vincitore di “MasterChef All Stars” è Cannistraro. A Pitti Moda è arrivata Paris Hilton. Ha previsto l’ufficio meteorologico che da domani calerà il freddo. Pardon, “il gelo”. Murray lascia il tennis, gli fa male l’anca. Indagati 74 studenti per l’occupazione del liceo romano Virgilio. E’ arrivata la talpa che scaverà sotto la spiaggia per il gasdotto Tap e Jennifer Lopez, a 49 anni, ha ancora un fisico bestiale. Bon. Questi sono alcuni fatti. Fatti. Chiari, certi. Allora. Che cosa vogliamo concluderne? Come? Eh? Ah no? Che quegli zozzoni di ebrei non c’entrerebbero manco ’stavolta?