cerca

Lui era fisso che scrutava nella notte

Ci piomba in casa l’iradiddio, il casino dilaga, la tragedia incombe. E Cazzullo?

19 Ottobre 2018 alle 06:00

Lui era fisso che scrutava nella notte

Aldo Cazzullo (foto LaPresse)

Vedrete che succede così. Che Grillo si ritira, Salvini no, Renzi cede, l’Anpi sostituisce il Pd, il padronato la Cgil, la Germania si rompe le palle e lancia una nuova moneta con tutti i paesi che si cacano dal freddo e hanno voglia di lavorare, da noi c’è una specie di default, Giggino va a Capri, Casaleggio in India, il popolo si pente di aver votato come ha votato, subentra panico, casino, c’è perfino un corteo, il Veneto si chiama fuori, il Piemonte si aggrappa alla cultura azionista e dove riparano gli azionisti se non in Svizzera? L’Anm si lamenta, intanto gode, nasce per finta la Repubblica calabra a caccia di finanziamenti, Tremonti ci avvisa che ci aveva avvisato, ci piomba in casa l’iradiddio, addio al metoo, addio alle pensioni, il casino dilaga, nessuno controlla più nessuno, la tragedia incombe e Cazzullo, sempre lì, che prepara le prossime domandine a Veltroni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • odradek

    odradek

    19 Ottobre 2018 - 12:12

    Tocca ripetersi: je t'adore, Marcenarò

    Report

    Rispondi

Servizi