cerca

A chi non piace che Israele provi a difendersi

Il paese è minacciato da tutte le parti. Eppure in Italia c'è qualcuno che si infastidisce all'idea che Gerusalemme reagisca

18 Aprile 2018 alle 06:23

A chi non piace che Israele provi a difendersi

Mezzi dell'esercito israeliano vicino a Gaza (foto LaPresse)

Capisco benissimo come Israele sia minacciata non solo da Hamas e dall’Olp tutt’intorno. Con l’Europa girata di là, tra l’altro, basti contare quante decine di migliaia di ebrei siano fuggiti dalla Francia negli ultimi anni; ma imperversano poi i leader mediorientali, anche i più apparentemente vicini all’occidente, i quali ricorrono alla prova finestra non appena avvertono difficoltà interne: “Elimineremo Israele”, promettono, e la folla si placa. C’è Hezbollah sul confine a nord, ci sono i siriani aggrappati dietro il Golan, c’è la Turchia con le dichiarazioni genocide del suo sultano, ci sono le varie Isis dalle varie sigle, ma imperversa sopra tutto l’Iran, cui è stata quasi concessa la bomba atomica e che tenta operazioni militari dentro i confini sionisti. Senza che alcuno dica ba. Si può dunque capire, considerate le cose, che Israele mostri qualche esigenza di difesa. E quindi faccia, se proprio deve. E’ che l’onorevole Salvini, uh, non avete idea di quanto si secchi l’onorevole Salvini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi