cerca

L'ineludibile radicamento sul territorio

Discoteche, circoli, questione morale e scala mobile. Come il Pd può tornare tra la gente

29 Marzo 2018 alle 06:10

L'ineludibile radicamento sul territorio

Matteo Renzi con Matteo Salvini al Senato (foto LaPresse)

Nell’attesa di sapere se Renzi mostrerà il viso dovuto alla botta che ha preso, o se continuerà a baloccarsi con battutine della serie “vado a scuola da Mentana Enrico”, i nuovi dirigenti del Pd studieranno senz’altro, e Renzi a parte, il famoso Perché. S’informeranno allora sulla marca di jeans che si porta a Crotone, frequenteranno discoteche, ristudieranno il cottimo, si berranno tutti i documenti della Cgia di Mestre, inviteranno i circoli a approfondire l’argomento sulla caduta tendenziale del saggio di profitto, rinverdiranno il Berlinguer della questione morale e dell’occupazione alla Fiat, oltreché quello, insuperabile, della scala mobile che non si tocca, cercheranno finalmente di capire se le partite Iva si giocano nel campionato di A o in quello di B, si applicheranno alla questione internazionale e ai compiti che ne conseguono, al rapporto tra vecchi imperialismi e nuove accoglienze, tra informazione mondiale e mercato globale, alla difesa della fontina in Val d’Aosta, più altri strategici busillis capaci, finalmente, di soddisfare l’ineludibile questione del radicamento sul territorio. E da qui non si scappa. Se poi volessero imparare pure qualche rudimento di politica, sopra tutto in favore del proletariato, il cellulare di Denis Verdini è 348-5742981.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi