Gad Lerner archivia Renzi

Andrea Marcenaro

Il giornalista si esercita a fare previsioni, a prescindere dai sondaggi e dall’aria che tira nei circoli rigorosamente in tweed

"A scanso di equivoci, meglio scriverlo in anticipo sui risultati elettorali. Comunque vadano le percentuali, e senza rancore, archiviare la leadership di Matteo Renzi per il centrosinistra è diventata una stringente necessità. Meglio per tutti, anche per lui”. Che si vedrà. Ma non è privo di interesse questo appunto di Gad Lerner vergato senz’altro, com’è tipico degli animi limpidi, a prescindere dai sondaggi e dall’aria che tira nei circoli rigorosamente in tweed. Con altrettanta franchezza, e a scanso di equivoci, meglio scrivere in posticipo anche quest’altro. Comunque fossero potute andare le percentuali, e senza rancore, la leadership di Giuliano Pisapia per il centrosinistra (“Lasciatevelo dire: Pisapia sarà il nuovo Prodi. Non è solo questione di fisiognomica, c’è il profilo culturale, la caratura morale e anche la qualità politica che mi spingono a questo paragone, è l’unico che saprà allargare il centrosinistra”), più che stringente necessità già è divenuta impalpabile souvenir. Meglio per tutti, anche per Pisapia. E per il suo assai arguto consigliere politico altresì. La cui barbera, mai che me ne mandi una cassa, resta comunque eccellente.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.