L'Italia ha un problema con i custodi di condominio

Contrariamente all’apparenza, il lavoro è piuttosto duro e tutti i custodi di condominio svolgono il loro compito con scrupolo. A parte uno

L'Italia ha un problema con i custodi di condominio

Ultimi dati disponibili. 50 per cento è la quota dei custodi di condominio con contratto a tempo pieno a Milano. A Roma e Napoli sono rispettivamente il 66 e il 70 per cento. Del 75 per cento è la quota dei custodi di condominio italiani nelle grandi città. Molti di essi hanno ereditato la funzione. Il 74 per cento dei custodi di condominio stranieri, vale a dire quasi i tre quarti, sono di nazionalità filippina. Seguono, nell’ordine, srilankesi, peruviani e albanesi. Contrariamente all’apparenza, il lavoro è piuttosto duro e tutti i custodi di condominio svolgono il loro compito con scrupolo. Questo impone il contratto. Il custode del palazzo del Quirinale, pur coadiuvato da un intero reggimento di Corazzieri, sembra invece tuttora non accorgersi che l’inquilino Grillo Giuseppe, detto Beppe, insiste imperterrito a cagare nella Sala degli Arazzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi