cerca

Matteo Salvini, l'ossessivo compulsivo a prescindere

Per tutti gli essre umani sono otto i sintomi che denunciano l'insorgenza del disturbo. E poi c'è il leader della Lega, che fa eccezione

27 Settembre 2017 alle 06:00

Matteo Salvini, l'ossessivo compulsivo a prescindere

Matteo Salvini (foto LaPresse)

Otto sono i segnali più evidenti cui prestare attenzione per quello che viene comunemente chiamato “disturbo ossessivo compulsivo”. Lavarsi le mani fino a scorticarsele, tirare a lucido la casa di continuo, controllare in maniera esasperata che porte e finestre siano chiuse, verificare in modo via via più serrato particolari insignificanti, aver bisogno di rassicurazioni continue, coltivare pensieri violenti e indesiderati, convincendosi che abbiano significato, fare tutto in base a un numero ritenuto “buono” o “sicuro” e, punto otto, allineare maniacalmente i barattoli. Fa eccezione Salvini che è ossessivo compulsivo a prescindere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi