Letterati con la frezza

Cairo annuncia il ritorno all’attività nei libri e Servegnini è pronto a farsi gran scrittore

14 Ottobre 2017 alle 06:00

Beppe Severgnini

Beppe Severgnini (foto LaPresse)

Libro & Frangetta. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Rcs torna ai libri. Urbano Cairo, ad di Rcs Mediagroup, annuncia il ritorno all’attività nei libri dopo la cessione di Rcs Libri al Gruppo Mondadori e manco il tempo di dire sorge il sole, canta il gallo, ecco Servegnini che monta a cavallo.

  

Libro & Frangetta. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Cairo, alla XVIII edizione del Premio Cairo, comunica ai vertici del Gruppo Cairo la sua decisione irrevocabile e impegnativa per tutti, ovvero incaricarsi de’ vari generi – varia, narrativa e alimentari – e Servegnini, lesto come un furetto, dall’avamposto di 7 appronta un catalogo tutto Bu-7-tè!

   

Libro & Frangetta. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Il presidente Urbano chiede centodieci titoli per varare il nuovo catalogo ed ecco che Servegnini, cui non difetta qualità, pronto a sfornarne, di libri, in quantità. E tutti a sua firma. E si sa: con Cairo editore, Joe fa di certo lo scrittore.

   

Libro & Frangetta, appunto. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Nove Colonne, da sempre fedele cronista dell’epica di Servegnini è ben lieta di anticipare, ancor prima che si muovano i torchi, ben tre fra i centodieci titoli di certo già pronti nella fertile – nonché zazzeruta – fronte di Joe.

    

Libro & Frangetta. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Trema Mondazzoli, suda Rizzodori, piange Feltrinelli e si disperano alla Nave di Teseo. Tutta l’editoria sta col fiato sospeso. Salone del Libro di Torino e Bookcity a Milano friggono all’idea di averli in esclusiva. Francoforte, la Fiera, offre ventisette stand. E in effetti non c’è scampo quando Joe scende in campo. Il 45 per cento degli italiani legge un solo libro all’anno? Bene. Per un triennio, quel 45 per cento, grazie a Joe, ormai sa cosa leggere. L’universo letterario e Joe sono una cosa sola.

   

Libro & Frangetta. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Si parte da “La Suora laica di Crema”, una rivisitazione de “La Monaca di Monza”, a “Frezza Bianca”, un ammodernamento di “Freccia Bianca”. Per non dire dove si va ad arrivare – ultimo ma non ultimo – con “L’Impermeabile”. E’ un capolavoro che fa dire a tutti (vero, Irene?) “altro che Il Cappotto di Gogol, impareggiabile è l’Impermeabile!”.

   

Libro & Frangetta. Non c’è Cairo editore senza Joe scrittore. Il dottor Urbano vuole dare maggiore centralità alla città di Milano ma Servegnini ­prima di ogni cosa pretende di avere via Solferino tutta per sé per farne – lui che è cairota della prima ora – una più splendente Luxor.

  

Libro & Frangetta. Con Cairo editore, Joe fa lo scrittore. Vestito come Numerobis, l’architetto di Cleopatra, Servegnini sposa la causa cairota al punto di diventare animalista – se così si può dire – quando decide di fare dei Navigli, un più fluente Nilo e lì portarvi sacrissimi coccodrilli da nutrire con asinelli dalle orecchie lunghe, primo tra tutti il somarello mascotte del Corriere su cui Joe da tempo, pur di fare un dispetto a Lucianino Fontana, punta.

  

Libro & Frangetta. Cairo non fa l’editore se non c’è Joe a far lo scrittore. Da bravo cairota, ormai, Servegnini cammina sempre di profilo. Ma al cauto dottor Urbano vengono i capelli bianchi all’idea di averlo, oltre che a 7, dove scappano tutti – lettori e inserzionisti – anche nella casa editrice. “Non ha la verve e i numeri di Aldo Cazzullo, di Bruno Vespa e neppure quelli di (vero, Irene?) Sandro Mayer quando decide di sbancare in libreria”. Una ne fa, cento ne pensa, Cairo. E dice: “Io non faccio l’editore se Joe poi fa lo scrittore”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi