La Cina lancia il razzo Lunga Marcia 5, primo passo per creare la sua stazione spaziale

Si tratta del vettore più potente che Pechino abbia mai costruito e pare che abbia portato in orbita un satellite sperimentale progettato per testare la tecnologia elettrica di propulsione.
La Cina ha lanciato giovedì il razzo vettore Lunga Marcia 5, il più potente che Pechino abbia mai costruito. Partito dalla base di Wenchuang, sull'isola di Hainan, nell'estremo sud del Paese, alle ore 20,43 locali (le 13,43 per l’Italia), il razzo è lungo 57 metri. E' entrato nell'atmosfera di fronte a circa centomila spettatori giunti sull'isola per assistere alla partenza. Il vettore verrà impiegato nei programmi di esplorazione della Luna e di Marte. Sarà “cruciale per portare il Paese più vicino al traguardo di realizzare una stazione spaziale con personale umano”, ha confermato l'amministrazione statale della Scienza, della Tecnologia e dell'Industria per la Difesa nazionale cinese che ha supervisionato il progetto. Anche se i funzionari spaziali cinesi non hanno rivelato molti dettagli sulla missione inaugurale di Lunga Marcia 5, il lanciatore apparentemente ha portato in orbita un satellite sperimentale chiamato Shijian-17, che è stato progettato per testare la tecnologia elettrica di propulsione. Il mese scorso, la navicella cinese Shenzhou-11 con due astronauti a bordo, ha raggiunto la stazione orbitale Tiangong-2, lanciata a settembre, con l'obiettivo di condurre esperimenti scientifici e sulle tecnologie spaziali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi