Da Robert Schumann a David Bowie. Suona Maurizio Baglini

Loading the player...
Robert Schumann, David Bowie. Sembrano due mondi inavvicinabili. Non per Maurizio Baglini. Il pianista pisano ha sconvolto la platea di Arte Fiera a Bologna con dodici minuti di David Bowie al pianoforte e ci è ricascato ieri sera. Presentando a Roma il suo ultimo cd dedicato a Schumann (DECCA) ha proposto al pubblico un parallelo tra i due musicisti. Schumann era un visionario e anche Bowie. La grammatica musicale è la stessa semplicemente utilizzata ad un livello di difficoltà diversa. Evidentemente – continua Baglini – per imparare quattro minuti di Schumann servono mesi per imparare Bowie serve molto meno, ma è soltanto un modo diverso di trattare la materia. Ascoltare per credere!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi