Lo Stato islamico dentro Kobane. Il nuovo video dei jihadisti

John Cantlie è un giornalista inglese prigioniero dello Stato islamico ed è diventato anchorman dei combattenti jihadisti con una serie di video in cui illustra la versione dei fatti secondo il gruppo jihadista. Ora compare in un nuovo video diffuso su Internet.  

Loading the player...

John Cantlie è un giornalista inglese prigioniero dello Stato islamico ed è diventato anchorman dei combattenti jihadisti con una serie di video in cui illustra la versione dei fatti secondo il gruppo jihadista. Ora compare in un nuovo video diffuso su Internet.

 

Le immagini molto diverse da quelle dei video precedenti lo ritraggono a Kobane, la cittadina al confine tra Siria e Turchia al centro di combattimenti che durano ormai da circa un mese tra i curdi siriani e lo Stato islamico. Cantlie, che indossa una camicia nera (invece della solita tuta arancione in stile Guantanamo) e mostra barba e baffi tagliati secondo l'uso salafita, parla da un tetto di una casa e dice che "lo Stato islamico ha quasi il completo controllo della città" e che, ancora una volta, i media occidentali mentono all'opinione pubblica nell'asserire il contrario.

 

La regia è come al solito molto curata, persino con immagini di Kobane ripresa dall'alto. "Non ci sono giornalisti stranieri qui", dice Cantlie, quindi tutte le informazioni che il mondo ha ricevuto finora su Kobane sono filtrate dai curdi e dagli americani. E sono false, assicura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi