Liberismo sfrenato a capotavola

Penso che la sinistra abbia una colpa, quella di non aver fatto fino in fondo i conti col capitalismo, come ha fatto la socialdemocrazia tedesca a Bad Godesberg, e di non aver fatto completamente i conti con il comunismo, perché li ha fatti per forza di cose, un minuto dopo che è caduto il muro di B

Penso che la sinistra abbia una colpa, quella di non aver fatto fino in fondo i conti col capitalismo, come ha fatto la socialdemocrazia tedesca a Bad Godesberg, e di non aver fatto completamente i conti con il comunismo, perché li ha fatti per forza di cose, un minuto dopo che è caduto il muro di Berlino. Non li ha saputi fare un minuto prima, salvandosi l’anima. Quindi c’è un deficit di pensiero che l’ha resa gregaria del pensiero dominante, tanto che oggi vediamo che è al comando, a capotavola, il pensiero che ha determinato questa crisi. Il pensiero liberista più sfrenato ha determinato questa crisi ed è l’unico superstite di questa crisi, perchè la sinistra non crede nelle sue parole tradizionali, non crede nei principi di solidarietà, di uguaglianza, coniugati col merito, coniugati con le opportunità, coniugati con la modernità. La sinistra di Renzi deve fare i conti con la tradizione di sinistra vera. Secondo me il problema di Renzi è che non ha saputo o voluto vestirsi della maestosità della storia del suo partito.

 

Ezio Mauro, ex direttore di Repubblica, a Otto e mezzo, La7

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi