Terremoto neoliberista

Presidente Renzi perché non spiega a sua moglie Agnese e a tutti gli italiani che piangono i morti del terremoto che, il nostro paese, non ha più diritto alla sovranità monetaria? Cioè a quella caratteristica che dovrebbe essere il fondamento di ogni Stato.

Presidente Renzi perché non spiega a sua moglie Agnese e a tutti gli italiani che piangono i morti del terremoto che, il nostro paese, non ha più diritto alla sovranità monetaria? Cioè a quella caratteristica che dovrebbe essere il fondamento di ogni Stato. Una sovranità monetaria che noi italiani abbiamo perso nel 1981 (cioè a inizio della controrivoluzione neoliberista di cui lei n’è un inconsapevole epigone) dopo il famigerato divorzio tra Tesoro e Banca d’Italia. Prima di quella data allorquando i titoli di Stato messi in vendita dal Tesoro restavano invenduti la Banca d’Italia si impegnava ad acquistarli. Svolgeva un ruolo di “prestatore di ultima istanza” e questo garantiva la vendita di tutti i titoli e di non far lievitare i tassi d’interesse. Quel divorzio segnò la fase iniziale del percorso che poi ci ha condotti all’euro, una moneta gestita da banchieri che senza alcun mandato democratico decidono se fare l’elemosina agli Stati. Qual è la correlazione tra terremoto e sovranità monetaria? Con la sovranità monetaria si potrebbe effettuare un piano di investimenti per rendere tutto il territorio sicuro dal punto di vista sismico.

 

Gianluca Ferrara, ilfattoquotidiano.it, 30 agosto 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi