Liberismo ridondante

“Per la costruzione dell’alternativa al liberismo dominante provo a portare la mia umile e dura esperienza di sindaco di Napoli. Se da un lato il capitalismo è entrato in una fase senile, il liberismo che governa il paese è forte e violento. Il presidente del Consiglio, il sald

Liberismo ridondante. “Per la costruzione dell’alternativa al liberismo dominante provo a portare la mia umile e dura esperienza di sindaco di Napoli. Se da un lato il capitalismo è entrato in una fase senile, il liberismo che governa il paese è forte e violento. Il presidente del Consiglio, il saldatore Renzi, è stato scelto, con cura, per far ripartire il liberismo durante la crisi economica.

 

Con quali armi? Le solite: propaganda travestita da abile comunicazione, vendita di armi negli scenari di guerra, concentrazione del potere. L’elenco è lungo. Privatizzazioni selvagge, commissariamenti e poteri speciali, opere pubbliche faraoniche, via libera a cementificazioni, distruzioni del territorio con trivellazioni e inceneritori, strangolamento delle autonomie, neutralizzazioni dei punti di dissenso, smantellamento dei diritti, distruzione della scuola pubblica, svuotamento della Costituzione con prassi, atti amministrativi e leggi ordinarie, patti di stabilità, spending review a danno dei deboli, fiscal compact. Insomma un figlio della troika, un saldatore di centri di potere che vanno dal centrosinistra al centrodestra”.

 

Luigi De Magistris, il manifesto, 19 agosto 2015 (nell’articolo integrale sono presenti 6 volte la parola “liberismo”, 2 volte l’aggettivo “liberista” e 1 volta “capitalismo”)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi