Berlusconi da Costanzo non è televisione: è cinema

Ospite in tv, il Cav. ricorda il suo mondo fatto di politica, case, televisione e calcio. Raccontato all'americana

Il Cav. è l'icona pop di cui sappiamo tutto, ma che non ci stanca mai

Silvio Berlusconi ospite nella trasmissione di Maurizio Costanzo

Il blazer blu, una manciata di fogli in mano che durante l’intervista non leggerà mai, il sorriso dell’ottimismo, la forza della volontà. Silvio Berlusconi ospite da Costanzo è in gran forma, il palinsesto di Canale 5 si adegua. Giovedì era previsto in prima serata “Taken 3”, thriller fracassone con Liam Neeson ingiustamente accusato da Cia e Fbi in cerca di vendetta e verità. Al suo posto, ecco il Cav. Una nemesi perfetta. Soli, sotto la luce dei riflettori, seduti uno...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • krill55

    04 Novembre 2017 - 12:12

    Raccontato all'americana?!? HAHAHAHAHAHAHA Se in America uno intervistasse Trump così, senza una-vera-domanda-una, ma solo con soffietti agiografici, verrebbe cacciato a pedate. O assunto a Fox News.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    03 Novembre 2017 - 17:05

    Berlusconi è in televisione (ovviamente le sue) spessissimo, Di Maio imperversa sopratutto sulla 7 a tutte le ore. Quello che si vede poco è Renzi e quando lo si vede è im genere per dei "lunghi" interventi che a mio avviso non sono assai produttivi in quanto un po' noiosi per il cittadino comune e poco interessato alla politica. L'intervento giusto dovrebbe essere non più lungo di quattro o cinque minuti ma ripetuti

    Report

    Rispondi

  • giancarlo.pierobon

    03 Novembre 2017 - 15:03

    L'intervista vale non fosse altro per l'ultima frase.

    Report

    Rispondi

Servizi